Blog

Business Design e Intelligenza Artificiale: una nuova sinergia per il successo

Creare e innovare modelli di business introducendo nel processo di design l’IA diventa indispensabile per garantire nuovi vantaggi competitivi per le aziende.

12 Marzo 2024
  • AI
  • Business

 

Team Conflux

Condividi l'articolo
12 Marzo 2024
  • AI
  • Business

La diffusione dell’uso dell’intelligenza artificiale (IA) sta rivoluzionando il modo di fare impresa. Le aziende stanno esplorando il potenziale dell’IA per risolvere problemi complessi, migliorare l’efficienza operativa e creare nuove opportunità di business. 

In questo articolo, vediamo insieme come l’IA è diventata una componente essenziale anche nel campo del Business Design.

Cos’è il Business Design

Il Business Design è la disciplina che si occupa di progettare e di innovare i modelli di business, applicando metodologie e strumenti tipici del design customer-centric.

 

Un modello di business descrive “la logica in base alla quale un’organizzazione crea, distribuisce e cattura valore”. In base a questa definizione, Alexander Osterwalder ha ideato lo strumento del business model canvas, che racchiude visivamente nove elementi base che definiscono la strategia che l’azienda dovrà implementare attraverso strutture organizzative, processi e sistemi: segmenti di clientela, proposte di valore, canali, relazioni con i clienti, flussi di ricavi, risorse chiave, attività chiave, partnership chiave, e struttura del costi.

 

Il Business Design nasce dall’esigenza di un approccio alla progettazione della strategia aziendale che garantisca la compresenza di desiderabilità del prodotto per il cliente, di fattibilità della soluzione, e della redditività e sostenibilità del modello di business. Si tratta di progettare per creare valore sia per per l’azienda sia per i clienti.

Lo scopo del business designer è trovare un punto di incontro tra gli obiettivi di business dell’azienda e i bisogni delle persone a cui l’azienda vuole portare valore.

La differenza tra Business Design e Design Thinking

Sebbene Business Design e Design Thinking forniscano due approcci complementari per la progettazione e l’innovazione di prodotti e servizi; essi si focalizzano su aspetti differenti.

 

Il Design Thinking è un processo di progettazione human-centered, che ha come obiettivo trovare soluzioni desiderabili per gli utenti, tecnologicamente fattibili ed economicamente sostenibili. Il processo è iterativo e non lineare, ciò vuol dire che è possibile muoversi liberamente tra le varie fasi: empatizzare con il cliente, definire un problema, ideare soluzioni, costruire prototipi, svolgere test di prototipi

 

Il Business Design integra elementi di Design Thinking, ma si focalizza sull’aspetto economico e strategico. Esso, infatti, si concentra sulla progettazione e l’ottimizzazione dei modelli di business per creare valore economico; mentre il Design Thinking si concentra sulla risoluzione creativa dei problemi e sulla generazione di idee innovative mettendo il cliente al centro.

L’evoluzione dell’Intelligenza Artificiale

L’intelligenza artificiale è il campo della scienza informatica che si occupa di creare sistemi e macchine in grado imitare il funzionamento della mente umana.

L’idea di creare macchine intelligenti risale ai primi del XX secolo, ma ufficialmente questa scienza nasce nel 1956. Da allora le applicazioni sono state molte, dalla pianificazione autonoma di attività, alla dimostrazione automatica di teoremi, alla robotica, fino all’elaborazione del linguaggio naturale e ai sistemi esperti.

Attualmente c’è molta attenzione all’introduzione dell’IA generativa all’interno delle aziende quale vantaggio competitivo, anche se la tendenza sta diventando quella di considerare l’IA come una commodity, per cui il suo utilizzo potrebbe essere presto uno standard.

In particolare in questo periodo, sono al centro dell’attenzione i risvolti dell’utilizzo di Large Language Models (LLMs) e Large Action Models (LAMs) nelle attività aziendali. Si tratta di modelli complessi basati sul deep learning, cioè su architetture neurali profonde, che consentono loro di apprendere da grandi quantità di dati e di eseguire compiti complessi nel campo del linguaggio naturale e delle azioni basate sui dati.

Vantaggi dell’uso dell’AI nelle aziende

L’artificial intelligence (AI) offre numerose opportunità per le aziende che scelgono di utilizzarla, in generale consentendo di migliorare l’efficienza operativa, prendere decisioni basate sui dati e creare nuove opportunità di business.

Automazione dei processi

Automatizzando alcuni processi aziendali complessi con l’IA, si riduce la necessità di intervento umano e migliora l’efficienza operativa. Ad esempio, l’IA può essere utilizzata per automatizzare attività ripetitive e noiose, lasciando che il personale si concentri su compiti a maggior valore aggiunto.

Analisi dei dati

L’IA può analizzare grandi quantità di dati in modo rapido ed efficiente, rendendo disponibili informazioni ed insight utili, che possono migliorare il processo decisionale, ottimizzare l’offerta di prodotti e servizi, e migliorare la fidelizzazione dei clienti. Ad esempio, a partire dai dati dei clienti, l’IA può identificare modelli di comportamento, prevedere tendenze di mercato e personalizzare l’esperienza dei clienti. 

Assistenza clienti virtuale

Nel customer service, chatbot e assistenti virtuali stanno diventando sempre più comuni, poiché consentono alle aziende di migliorare la customer experience riducendo i tempi di risposta. Questi assistenti virtuali possono rispondere alle domande dei clienti, fornire supporto tecnico e assistenza post-vendita in modo rapido ed efficiente.

Previsione e pianificazione

Grazie alla sua capacità di analisi, l’IA può essere utilizzata per prevedere il comportamento dei clienti, le tendenze di mercato e le prestazioni aziendali future. Queste previsioni consentono alle aziende di pianificare in modo più efficace le proprie strategie di marketing, di gestire il rischio e di prendere decisioni informate.

Paure e falsi miti sull’IA

Non è certo la prima volta che il progresso tecnologico mette in allarme gli esseri umani, che temono di essere sostituiti sul lavoro dalle macchine o di veder ridotta la propria libertà. Come in ogni rivoluzione tecnologica, ci sono falsi miti e paure che limitano l’uso dell’IA in ambito aziendale.

Perdita di posti di lavoro

Uno dei principali timori riguarda la perdita di posti di lavoro umani, dovuta all’uso dell’IA per automatizzare attività ripetitive o rendere più efficienti i processi. D’altra parte, l’IA crea anche nuove opportunità di occupazione, pensiamo agli sviluppatori di IA e specialisti dell’analisi di dati. Oltre a ciò, è da considerare che il lavoro quotidiano diventa più efficiente e importanti risorse vengono liberate per essere dedicate ad attività di maggior valore.

Dipendenza da macchine intelligenti

Alcune persone temono che l’IA possa condurre a una dipendenza eccessiva da macchine intelligenti, per cui la creatività ne sarebbe influenzata in modo negativo, e l’autonomia umana sarebbe ridotta.  Tuttavia, l’IA è uno strumento e non può sostituire completamente il pensiero e la creatività umana, semmai può sostenerle.

Problemi di sicurezza e privacy

Un altro timore riguarda la sicurezza e la privacy dei dati a cui ha accesso l’IA. È importante adottare misure adeguate per proteggere i dati aziendali e garantire la conformità alle normative sulla privacy, quando si utilizza l’IA in contesti aziendali, e non solo. Tuttavia, si può usare sempre l’IA proprio per rilevare e prevenire minacce alla sicurezza.

Integrare l’IA nel Business Design

Il Business Design deve tenere conto dei cambiamenti e delle opportunità che l’intelligenza artificiale sta portando nelle aziende. L’IA può contribuire anche ad un miglioramento del processo stesso di progettazione dei modelli di business innovativi e sostenibili. Di seguito, vediamo alcuni dei modi in cui l’IA può migliorare l’attività dei business designer.

Analisi dei dati

L’IA può analizzare grandi quantità di dati aziendali per identificare modelli, tendenze e opportunità di business. Queste informazioni saranno utili per ispirare o guidare la progettazione di modelli di business innovativi, per prendere decisioni informate basate sui dati e per istruire algoritmi di machine learning.

Generazione di idee

L’IA può generare idee innovative e creative utilizzando algoritmi di deep learning. Partendo da queste idee, i progettisti potranno esplorare nuove proposte di valore, strategie di revenue e, in generale, nuovi modelli di business.

Personalizzazione dell’offerta

L’IA consente alle aziende di progettare anche un iper-personalizzazione dell’esperienza dei clienti. L’IA può analizzare i dati dei clienti per creare offerte personalizzate e migliorare l’esperienza dei clienti, in base alle loro esigenze e preferenze.

Ottimizzazione dei processi

La capacità di elaborazione dell’IA permette di trovare spunti per ottimizzare i processi aziendali, cosicché i business designer possano progettare soluzioni più efficienti, migliorando la strategia del modello di business e riducendo i costi e i rischi per l’azienda.

Previsione delle tendenze

L’IA può prevedere le tendenze di mercato e le prestazioni aziendali future utilizzando algoritmi di apprendimento automatico. Queste previsioni possono essere utilizzate per prendere decisioni informate basate sui dati e orientare il processo di progettazione.

Conclusioni

La diffusione dell’intelligenza artificiale in tutti i settori produttivi sta trasformando il modo in cui pensiamo alle strategie di business. 

Nonostante alcune paure e falsi miti, l’IA offre numerosi vantaggi per le aziende che desiderano adottare un approccio data-driven per l’innovazione e la creazione di valore.

Per coadiuvare le aziende in questo cambiamento, anche il Business Design può utilizzare l’IA per migliorare significativamente il processo di progettazione strategica, consentendo alle aziende di creare modelli di business innovativi, personalizzati ed efficienti. 

Se vuoi creare oppure migliorare il tuo prodotto o servizio dal punto di vista della user experience, contatta noi di Conflux per una consulenza. 

Siamo esperti nella CX e UX cross industry, e il nostro team multidisciplinare saprà affiancarti per migliorare e innovare il tuo business, curando tutte le fasi del progetto.

  • AI
  • Business

Team Conflux

Condividi

    Contattaci subito per il tuo progetto UX!

    *Campo obbligatorio